Denise Project

Notizie dal web

I 3 ciondoli sacri più apprezzati e il loro significato

luglio14
gioielli sacri

gioielli sacri

In ambito gioielleria, si è sviluppata da diversi anni la tendenza a personalizzare bracciali e collane con ciondoli con un forte valore evocativo e simbolico. Il marchio Trollbeads ha sviluppato un intero business creando pendenti da applicare ai gioielli, fornendo una vasta gamma di possibilità a quanti desiderano che il proprio prezioso non sia mero ornamento integrato al look ma un tratto distintivo e rivelatore della propria personalità.

Il desiderio di raccontarsi tramite la propria immagine si lega spesso alla componente spirituale, rompendo con la concezione più tradizionale che vuole la fede come un aspetto personale e intimo della vita di una persona. Non solo elementi cattolici, tutte le religioni possiedono simboli e icone che oggi si sono trasformati in status symbol che, in qualche modo, si legano al mondo della moda e del design. Ecco i tre simboli religiosi più diffusi e il loro significato.

Croce

La croce è l’icona sacra più diffusa al mondo, universalmente riconosciuta e il cui significato non va neanche chiarito. Le varianti in cui è stato riprodotto l’emblema per eccellenza della cristianità sono infinite, dai modelli stilizzati a quelli ‘extra-lusso’, in oro e con pietre preziose incastonate.

Yin e Yang

lo Yin e Yang è un’icona che deriva dalla filosofia trascendentale cinese ed è utilizzato nelle discipline del Tao e del Confucianesimo. Il simbolo è complesso e rappresenta gli opposti di buio (Yin, nero) e luce (Yang, bianco). Il concetto di base espresso dal simbolo cinese sta nella contrapposizione tra gli opposti, i quali, spiega la filosofia orientale, non sono mai assoluto ma trovano la propria ragion d’essere nel rapporto di opposizione all’altro. In ognuno è contenuto il seme per la nascita dell’altro, in una relazione di interdipendenza.

Mandala

Il mandala fa parte del patrimonio simbolico indiano della cultura veda. Si tratta di una circonferenza al cui interno sono contenute, strutturate in modo armonico, altre figure geometriche. Secondo la filosofia buddhista, il mandala rappresenta la nascita dell’universo, generatosi partendo dal proprio centro. Il mandala è solo una raffigurazione visiva che i buddhisti utilizzano per dare sostanza a un processo che è solo mentale e che ognuno di noi ripercorre nel corso della propria vita e di una crescita mentale ottenuta grazie all’esperienza e alla meditazione. Esso è realizzato con la sabbia dai monaci tibetani, i quali sono in grado di realizzare opere straordinarie che poi vengono lasciate sfaldarsi, ma da diversi anni il mandala è divenuto anche un simbolo da portare addosso, in forma di pendente.

posted under Relazioni | No Comments »
« Older Entries