Denise Project

Notizie dal web
Browsing Auto e Moto

Polizza auto: tutto ciò che non sai

novembre16

A partire da 1969 è stato introdotta l’RCA ossia l’assicurazione che riguarda una forma di responsabilità civile, risulta essere obbligatoria per tutti coloro che possiedono e conducono un veicolo a motore nella nostro Paese.

In realtà la RCA, è un contratto che unisce la compagnia di assicurazioni e il diretto interessato, ossia l’assicurato, entrambi saranno soggetti a prestazioni l’un l’altro. In definitiva, il compito principale della compagnia assicurativa è quello di risarcire economicamente possibili danni che un eventuale assicurato potrebbe arrecare a terzi durante un incidente stradale.

Ovviamente l’RCA copre ogni tipologia di veicolo, quindi non solo le auto, le moto, i camion e tutti le macchine a motore. Attraverso il pagamento del premio, l’assicurazione dovrebbe garantire l’incolumità per chi guida il veicolo. Inoltre vi è da dire che questa tipologia di polizza, individua ben tre figure interessate; vi è innanzitutto il contraente, ossia colui che decide di firmare il contratto con quella assicurazione e successivamente paga la polizza, colui che viene tutelato con la polizza ossia l’assicurato e infine chi dovrà essere risarcito di un possibile danno da sinistro, quindi coloro che sono detti i terzi.

L’assicurazione ha il compito di poter risarcire tutti quei danni che però sono inferiori al massimale stabilito (cioè la cifra massima che si è stabilita tra l’assicuratore e il cliente). Di norma il minimo di un massimale è 774,885 euro mentre il massimo si aggira intorno a 2,582,284 euro. Inoltre, vi sono poi compagnie che fanno pagare un premio molto alto, avendo per il vantaggio di un massimale senza limiti. Sul contratto della polizza auto verranno specificati dettagliatamente ogni dato sia della compagnia che del cliente.

Ricordatevi di essere molto precisi nel sottoscrivere le vostre informazioni, dovranno essere corrette, in quanto in caso contrario, se avvenisse un sinistro la compagnia potrebbe rifiutare di erogare un risarcimento al diretto interessato.

Sono presenti due tipologie di polizze RCA ossia: il bonus malus e quella con Franchigia. LA prima differenza riguarda il fatto che la prima può essere effettuata per assicurare semplicemente un auto, mentre la seconda vale per ogni tipologia di mezzo a motore.

Per quanto concerne il Bonus Malus, vorrà dire che ad ogni cliente verrà associata una classe detta di merito ( che va da 1 a 14 classi), tale classe rappresenta la vita della guida dell’assicurato. A cadenza di un biennio se non si provocano incidenti, si cala la classe di merito e si dovrebbe pagare di meno, viceversa se causate un incidente di cui siete il responsabile, allora la vostra classe peggiora e di conseguenza aumenta. E’ proprio un circolo vizioso, se diminuirete di classe anche il premio da pagare all’assicurazione dovrà diminuire.

Mentre, per quanto riguarda le polizze con franchigia invece, esse hanno un premio che è fisso. Il più delle volte però capita che l’assicurato, in caso di sinistro è tenuto a sborsare di tasca propria i quattrini per coprire il risarcimento, ma ciò avviene nel momento in cui il danno causato risulta essere al di sotto della soglia stabilita all’interno del contratto di franchigia. Inoltre ricordate che un contratto di una polizza auto ha una validità massima di un anno. Alle ore 24:00 del giornoin cui si effettua il pagamento inizia la sua validità. Infine vi è da dire che le polizze possono essere senza o con tacito.

Nella prima situazione la polizza viene prolungata all’anno dopo in modo del tutto automatico, mentre nel secondo caso invece,vi è una scadenza detta secca allora bisognerà fare una richiesta diretta per poterla rinnovare.