Denise Project

Notizie dal web
Browsing Tecnologia

Abbattere i costi della stampante: scopri com’è facile

agosto23

Toner e cartucce per stampanti hanno costi di mercato troppo alti? Allora cerca di abbattere i consumi e gli sprechi, in modo da ridurre al minimo le spese di ricarica. Ecco una breve guida pratica per scoprire come fare!

Alternative low cost

Le cartucce e i toner per stampanti offrono alternative a basso costo ugualmente in grado di assicurare un’ottima riuscita della stampa. Per entrambe le tecnologie, in commercio è possibile reperire versioni rigenerate, ovvero cartucce e toner originali che, una volta esaurito, vengono ricaricati e introdotti nuovamente sul mercato.

Le cartucce compatibili Canon, Samsung, Hp, ecc. sono un’altra soluzione low cost molto apprezzata e assolutamente valida mentre lo stesso discorso non vale per i toner compatibili, prodotti solitamente nel mercato asiatico senza le necessarie garanzie di qualità e rischiose sia per l’ambiente che per l’essere umano.

Gestire la stampa

Basta poco per abbattere sensibilmente il consumo di inchiostro. Il primo passo consiste nella scelta di un font a basso fabbisogno di inchiostro. Tra gli stili più diffusi, il premio per la virtuosità spetta al Garamond, sebbene la soluzione ideale è un’altra, ovvero l’Ecofont: si tratta di un font sviluppato appositamente con l’obiettivo di ridurre al minimo il consumo di inchiostro; il carattere, infatti, è caratterizzato da una superficie forata impercettibile all’occhio umano che garantisce la qualità della risoluzione abbattendo la quantità di inchiostro impiegata.

Altro fattore importante è rappresentato dalle impostazioni di stampa: per file che non richiedono una risoluzione particolarmente elevata potete stampare in modalità bozza se siete utenti Windows o in stampa veloce se utilizzate il mac. In entrambi i casi otterrete stampe di buona qualità a consumo ridotto.

La scelta della carta

Salvo necessità particolari, utilizzare carta per fotocopie permette di ridurre l’impiego di inchiostro. Stampare su carta fotografica o su altre tipologie di carta, infatti, implica un maggior consumo di colore.

La revisione!

Revisionare un file prima di procedere con la stampa consente di evitare di ristampare un file più volte, scongiurando inutili sprechi. Refusi e formattazioni sfalsate sono piuttosti ricorrenti ma basta una revisione attenta e un controllo dell’anteprima di stampa per evitare di buttar via inutilmente inchiostro per la realizzazione di file sbagliati.

Stampare in bianco e nero

Le cartucce dei colori ciano, giallo e magenta sono più costose di quelle di colore nero. Stampare in bianco e nero consente un notevole abbattimento dei consumi: ove possibile, stampare in bianco e nero è sempre la soluzione migliore per ottimizzare i consumi!

posted under Tecnologia | No Comments »
« Older Entries