Denise Project

Notizie dal web
Browsing Hotel

Terme Padova, tra sacro e profano

novembre27

Conosciuta già oltre duemila anni fa con il nome di ‘aquae patavinae’, la zona delle  terme Padova è oggi  uno dei luoghi veneti dove più si respira il senso d’antico misticismo della religione romana. A testimonianza di arcaiche preghiere e misteriosi riti legati al culto delle acque, rimangono  epigrafi ed oggetti votivi dedicati a divinità come  Mercurio, Giove, Iside e Vulcano.  Anche altre divinità, meno conosciute ma considerate molto importanti all’epoca, hanno però animato le preghiere della terra delle terme Padova.

Ricordiamo fra queste:

  • Aponus – Alcune iscrizioni, ritrovate in scavi archeologici,  riportano la dedica a questa divinità protettrice delle acque. Identificato da alcuni studiosi con Apollo, Aponus vegliava e proteggeva le fonti da cui sgorgavano in maniera spontanea acque calde e sulferee. Presso quei luoghi ritenuti sacri , si praticavano culti ed offerte per propiziarsi la buona salute. Nel’49, con il formarsi del “Municipium”, il ceto borghese della zona, su esempio delle famiglie nobili di Roma, decise di favorire l’istituzione di terme e bagni pubblici. Fu cosi che piano piano le terme Padova presero lentamente forma.
  • Gerione – Nella  mitologia greco-romana Gerione  era un orrendo gigante con tre corpi.  La leggenda narra che Ercole e i suoi uomini giunti nei luoghi delle terme di Padova, decidessero di affrontare ed uccidere il mostro. Dopo una lunga ed estenuante battaglia, Gerione  venne sconfitto ed ucciso. Stanchi ma vittoriosi i guerrieri decisero di fermarsi a riposare vicino a quelle fonti da cui sgorgava acqua dalle virtù benefiche. Ritemprati non solo nel fisico ma anche nello spirito, dalla bellezza dei luoghi e da quell’acqua miracolosa l’eroico drappello non volle più far ritorno in patria. Il tempo trascorreva ma Ercole non dimenticava di aver ucciso Gerione, e per espiare la propria colpa decise di costruire, nella zona dove sorge l’attuale Abano, un tempio a lui dedicato.  In breve tempo il luogo divenne conosciuto, le genti vi si recavano per richiedere responsi e profezie. Lo stesso imperatore Tiberio, venuto al corrente della fama dell’oracolo di Gerione decise di recarsi al tempio per richiedere un consulto. L’oracolo indicò il luogo dove sarebbe avvenuta la profezia, la fonte d’acqua sacra. Tiberio si recò alla fonte e vi gettò dei dadi d’oro. Stando alla leggenda, fu proprio quell’atto che rese l’acqua delle terme Padova preziosa e salvifica, ricca di virtù terapeutiche.

Molte sono le leggende legate a queste terre, tutte da scoprire e da ricordare.  Che aspetti,  per una vacanza indimenticabile, tra sacro e profano scegli i luoghi delle terme Padova affidati ai consigli ed alle offerte di termepadovaofferte.it

 

posted under Hotel | No Comments »