Denise Project

Notizie dal web

RSPP – DVR – HACCP – corsi OSA

ottobre28

Il datore di lavoro, o soggetto titolare del rapporto, è colui che detiene la responsabilità dell’impresa e ne cura l’organizzazione esercitandone pieni poteri decisionali.

É però tenuto a rispettare obblighi ed effettuare aggiornamenti per essere in regola con le normative vigenti.

Certamente dovrà nominare un “RSPP”, che a sua volta dovrà produrre un “DVR”, più un “HACCP” se trattasi di azienda alimentare, e provvedere alla formazione dei lavoratori dipendenti. Vediamo nello specifico il significato di queste terminologie e cosa comportano per l’impresa.

RSPP.

Il decreto legge 81/2008 prevede la nomina di un “RSPP”, ossia un Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione. Questa figura è importante e viene scelta in base a requisiti che lo rendano idoneo al ruolo da svolgere, con ottime capacità organizzative nel coordinare al meglio il sistema relativo alla prevenzione e protezione dagli eventuali rischi. A definirne l’idoneità, non è sufficiente una mera valutazione delle risorse umane, l’RSPP dovrà dimostrare tramite attestato ufficiale la frequentazione del corso di formazione relativo. Dovrà essere in grado di rilevare i rischi all’interno dell’azienda, elaborare piani di sicurezza per tutelare i lavoratori e fornirli al datore di lavoro. Per aziende ittiche, agricole e artigiane fino a max. 30 lavoratori, può essere il datore stesso a frequentare il corso e ricoprire il ruolo di RSPP.

DVR.

Il D. Lgs. 106/2009 prevede la produzione del DVR, il Documento di Valutazione Rischi. Questo viene stilato grazie alla figura interna all’organizzazione di cui sopra (RSPP) e solo dopo un’attenta analisi di tutti i possibili rischi sia di tipo sanitario, sia di tipo fisico, con l’intento di migliorare le condizioni dei lavoratori. Preventivando i potenziali rischi che si possono riscontrare nella struttura durante lo svolgimento dell’attività lavorativa, vengono stabilite delle cosiddette “misure di tutela” e certificate nell’apposito DVR.

HACCP.

corsi alimentari
Le aziende che lavorano nel settore alimentare, dovranno adempiere quest’ulteriore obbligo. Una certificazione atta a dimostrare l’adozione delle misure preventive dei rischi in fatto di sicurezza alimentare. Ciò riguarda la valutazione dei rischi fisici, chimici e biologi che potrebbero compromettere gli alimenti. É di fatto un Manuale di Autocontrollo che sostituisce il vecchio libretto sanitario, “HACCP” significa proprio “Analisi Rischi Punti Critici di Controllo“.

CORSI OSA.

Questi corsi rendono competenze propedeutiche all’ingresso nel mondo del lavoro, come quelli per Operatori Socio Assistenziali, oppure integrativi all’attività svolta. Per i Titolari del settore alimentare sono obbligatori e da rinnovare ogni 5 anni, per gli addetti, ogni 3 anni. Gli OSA si dividono in “O.S.A.3″ per gli addetti e “O.S.A.8″ per i titolari, classificati nelle diverse categorie di pertinenza: formazione per imprese ad alto-medio-basso rischio, misure antincendio e primo soccorso.

Ditta Tini : La nostra struttura opera a 360° nel settore della sicurezza nei luoghi di lavoro, nei cantieri e nella formazione richiesta ai sensi della vigente normativa e alla luce degli Accordi Stato-Regione, visita il sito web : www.corsisicurezza-tini.it

posted under Varie

Comments are closed.