Denise Project

Notizie dal web

Google Penguin: cos’è, come funziona e come difendersi

febbraio21

Il 24 aprile del 2012, venne annunciato il lancio di un nuovo aggiornamento dell’algoritmo di Google, chiamato Penguin. In generale, la funzione del Pinguino è quella di individuare quei siti che utilizzano tecniche di black hat SEO, penalizzando le pagine spammose e premiando quelle virtuose.

Il SEO Spam

Il SEO Spam si articola in tutta una serie di strategie di posizionamento scorrette, aggressive e che violano le policy di Big G. In particolare, Penguin si concentra sui backlinks e ne valuta la pertinenza, l’efficacia, la naturalezza e la coerenza. Non solo le link farm e le directory ma tutti i siti web che hanno guadagnato posizioni in SERP grazie a strategie di link building non appropriate hanno dovuto fare i conti con la scure del pennuto.

I link naturali e quelli tematizzati

Google Penguin premia le pagine web capaci di acquisire link in maniera spontanea facendo leva sulla qualità dei propri contenuti. I link in entrata ricevuti da siti web di scarsa rilevanza, di bassa qualità o penalizzati da Google perdono di validità in favore di quelli tematizzati e in linea con gli argomenti trattati.

Penguin si concentra anche sugli anchor text e penalizza quelle pagine che presentano una ricorsività innaturale di una stessa ancora, prova di una link building artificiale e, dunque, non conforme ai requisiti della società di Mountain View.

I contenuti

Le tecniche di black hat SEO prese di mira da Google riguardano anche i contenuti. Ogni agenzia SEO Lecce, Milano o New York ha dovuto ben presto fare i conti con un nuovo modo di guardare al SEO copywriting. La sovra-ottimizzazione di title e description, degli H e del corpo del testo sono finiti sotto la lente di Penguin, che retrocede in SERP quelle pagine che accolgono i contenuti contraddistinti da keyword stuffing.

I contenuti copiati rappresentano una minaccia significativa per quelle pagine web che utilizzano strategie illecite di copia-incolla e sono il modo migliore per attirare l’attenzione dell’aggiornamento di Google. Penguin è il paladino della SEO white hat e il giustiziere dei furbetti.

posted under SEO, Web Marketing

Comments are closed.